Science Transformation in EuroPe through Citizens involvement in HeAlth, coNservation and enerGy rEsearch (STEP CHANGE)


Project funded by the European Union’s Horizon 2020 Research and Innovation Programme
Grant Agreement n. 101006386
Durata: 36 months
Data di inizio: 01/03/2021
Il sito ufficiale del progetto

Segui il progetto Step Change su:

La Citizen Science è uno dei tanti approcci partecipativi che si sono sviluppati negli ultimi anni nel più ampio campo del public engagement nell’ambito della scienza e nell’innovazione. Tuttavia, essa rappresenta l’approccio che più direttamente punta l’attenzione sulla stessa pratica della ricerca. Per questo motivo, la Citizen Science può svolgere un ruolo sociale e scientifico ancora più ampio di quanto generalmente riconosciuto, in particolare in quei settori critici della ricerca – come quelli della energia, della salute e dell’ambiente – nei quali i fattori umani e quelli non umani sono profondamente intrecciati. In questo senso, la Citizen Science può svolgere un ruolo fondamentale nel rendere la scienza socialmente più solida, più inclusiva e più democratica, rafforzando al contempo la capacità di indagine scientifica su fenomeni emergenti che non possono essere facilmente compresi entro ristretti confini disciplinari.

STEP CHANGE ha proprio lo scopo di esplorare e sfruttare il potenziale della Citizen Science in termini di avanzamento della conoscenza e innovazione e di allineamento tra scienza e società, attraverso la realizzazione e la valutazione di 5 iniziative pratiche di Citizen Science in tre diverse aree (energia, salute e ambiente). Le cinque iniziative saranno condotte rispettivamente in Slovenia (sulla conservazione della fauna selvatica), Regno Unito (sulle malattie non alcoliche del fegato grasso), Germania (sulle comunità energetiche), Italia (sulla preparazione alle epidemie di malattie infettive) e Uganda (sulle energie rinnovabili off-grid in agricoltura). Sulla base delle esperienze maturare nel corso delle cinque iniziative di citizen science e dei loro risultati, sarà formulata una serie raccomandazioni e saranno sviluppati alcuni strumenti per favorire un migliore ancoraggio della scienza dei cittadini nelle istituzioni scientifiche.

Il progetto prevede tre diverse fasi. La prima fase sarà dedicata alla preparazione delle iniziative di Citizen Science, soprattutto per quanto riguarda il reclutamento di citizen scientists e il coinvolgimento degli stakeholder (WP1). La seconda fase si concentrerà sullo sviluppo delle iniziative di Citizen Science da parte dei diversi team (da WP2 a WP6). Le iniziative saranno supportate attraverso attività di formazione e apprendimento reciproco (WP7) e un sistema partecipativo di monitoraggio e valutazione (WP8). Infine, è prevista la conduzione di una fase di stocktaking (WP9) orientata a favorire la sostenibilità delle iniziative di Citizen Science e a capitalizzare i risultati acquisiti. Il progetto include anche due work packages trasversali rispettivamente dedicati alle attività di comunicazione e disseminazione (WP10) e alla gestione del progetto (WP11).

Nel complesso, il consorzio che attuerà il progetto comprende 11 organismi, coordinati dall’Università di Primorska (Slovenia).

Notizie

Il 10 e 11 novembre 2021, si è tenuto online il primo incontro dello Steering Committee del progetto Step Change. L'incontro aveva lo scopo di fare il punto della situazione dei differenti work packages nel contesto della fase finale della progettazione delle iniziative di Citizen Science (CSIs). Per conto di K&I, erano presenti all'incontro Luciano d'Andrea, Claudia Colonnello e Fabio Feudo. Nel corso dello Steering Committee Meeting, Luciano d'Andrea ha presentato le attività condotte nell'ambito del WP8 (Participatory Evaluation), di cui K&I è leader. Attualmente, si sta concludendo la preparazione dell'Evaluation Framework, in collaborazione con la Università di Aarhus, e ...
Read More
Il 15 e 16 marzo 2021 si è tenuto online il Kick-off Meeting del progetto STEP CHANGE. Il primo giorno, dopo alcune parole introduttive di Klavdija Kutnar, Rettore dell'Università di Primorska (l'istituzione che guida il progetto), Yiannis Vacondios, Project Officer della Research Executive Agency della Commissione Europea, ha fornito una serie di informazioni relative alla gestione del progetto mentre Linden Farrer, Policy Officer della CE, si è soffermato sul contesto politico e sulle prospettive future della RRI nell’ambito del nuovo programma quadro Horizon Europe. Successivamente, Elena Bužan (dell’Università di Primoska e coordinatrice del progetto), ha offerto una panoramica di STEP ...
Read More