Gender Equality Academy (GE Academy)

Progetto finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma Horizon 2020 Ricerca e Innovazione
Grant Agreement: 824585
Durata: 36 mesi
Data di avvio: 1/01/2019
Il sito ufficiale del progetto
L’obiettivo generale del progetto GE Academy è quello di sviluppare e attuare un programma formativo coerente e di alta qualità in materia di uguaglianza di genere nella ricerca scientifica e tecnologica, così come nell’istruzione superiore. Ge Academy progetterà e fornirà una serie di moduli formativi completi, oltre a sussidi per formatori, professionisti e ricercatori, rendendoli disponibili a un vasto pubblico, in Europa e oltre. Il progetto offrirà diversi formati (Train-the-Trainers, corsi tradizionali, workshop interattivi, Summer Schools, webinars, online Distributed Open Collaborative Courses/DOCCs), e sarà realizzato in almeno 15 paesi.

La sfida – ambiziosa – del progetto è quella di colmare una lacuna nell’attuale panorama della ricerca europea, caratterizzato da una persistente disparità di genere nelle università e negli enti di ricerca e dalla inadeguata considerazione delle variabili di sesso e di genere nella ricerca scientifica e tecnologica. Mentre infatti la necessità di aumentare la consapevolezza e le capacità rispetto alle tematiche di genere viene generalmente riconosciuta, gli sforzi per porre rimedio alla situazione sono ancora frammentati. In questo quadro, il progetto intende in particolare rispondere alle esigenze di coloro che sono coinvolti in programmi di cambiamento istituzionale per la promozione dell’uguaglianza di genere nella ricerca e nell’istruzione superiore.

GE Academy affronterà quindi, sia questioni di uguaglianza di genere nelle istituzioni e nei gruppi di ricerca, sia la questione della dimensione di genere dei contenuti della ricerca scientifica e tecnologica, seguendo i tre obiettivi principali della European Research Area (ERA) in tema di uguaglianza di genere. Allo stesso tempo, una rete europea di formatori sarà istituita, formata e qualificata per offrire sessioni di formazione agli istituti di ricerca, prevalentemente, ma non esclusivamente, europei.
Soluzioni per garantire la sostenibilità di GE Academy oltre il periodo di finanziamento dell’UE verranno attivamente identificate e sperimentate per tutta la durata del progetto.
GE Academy è un progetto coordinato da ViLabs e realizzato da un consorzio di 12 partner appartenenti a 11 paesi.

Notizie

Nuove sessioni di formazione promosse da GE Academy

Quattro nuove iniziative di formazione online sono in programma nell’ambito di GE Academy a maggio e giugno.

L’11 maggio, dalle 10:00 alle 12:15 CET, si terrà una sessione di formazione dal titolo ” An introduction to the Gender Equality Audit and Monitoring (GEAM) Tool”. Scopo dell’evento è presentare un software open-access – il GEAM Tool – concepito per implementare i Gender Audit (l’analisi di un ente di ricerca o di un’università dal punto di vista dell’uguaglianza di genere, solitamente condotta prima della progettazione di piani o di iniziative in questo ambito) in modo efficace e standardizzato senza disporre di pregresse conoscenze specifiche. I formatori saranno Jörg  Müller e Sergi Yanes (Universitat Oberta de Catalunya). Il modulo di registrazione e informazioni più dettagliate sono disponibili qui.

Il 14 maggio, dalle 9:00 alle 13:00 CET (trainer: Jörg  Müller) e il 21 maggio, dalle 10:00 alle 11:45 CET (trainer: Sergi Yanes) si terranno due sessioni pratiche volte ad apprendere come utilizzare il GEAM Tool. Le sessioni permetteranno ai partecipanti di testare il software e capire come funziona in pratica. Clicca qui

Il 31 maggio, dalle 9:30 alle 11:00 CET, si terrà una tavola rotonda intitolata “Intersectionality and its sister approaches”. L’evento si focalizzerà sull’interazione, sia sul piano teorico che su quello metodologico, tra l’approccio intersezionale e altri due approcci – il Gender+ e quello centrato sul tema della diversità –che pongono la disuguaglianza di genere in una prospettiva più ampia rispetto a quelli incentrati sulla sola prospettiva di genere. Parteciperanno alla tavola rotonda: Lise Rolandsen Agustín (Università di Aalborg, Danimarca), Mieke Verloo (Radboud University, Paesi Bassi) e Victoria Showunmi (University College London, Regno Unito). Ea Høg Utoft (Aarhus University, Danimarca) coordinerà la discussione. Cliccare qui per registrarsi

Un’altra tavola rotonda sull’intersezionalità, dal titolo “Intersectional practices in Academia”, è prevista per il 2 giugno dalle 14:00 alle 15:30 CET. Questo secondo evento si soffermerà sulle pratiche intersezionali per il cambiamento istituzionale nelle organizzazioni di ricerca, sulla base di esperienze pratiche realizzate in differenti istituzioni. Cinque relatori parteciperanno all’evento: Andrea D. Bührmann (Università di Gottinga, Germania), Barbara Hey (Università di Graz, Austria), Gemma Irvine (Maynooth University, Irlanda), Ingrid Schacherl (Accademia di belle arti di Vienna, Austria) e Sofia Jabeen (London School of Economics, Regno Unito). Anche in questo caso, Ea Høg Utoft fungerà da facilitatore dell’incontro. Cliccare qui per registrarsi

Tavola rotonda online sul coinvolgimento degli uomini nel lavoro per la parità di genere

Il 29 gennaio 2021 si è tenuta online la Tavola rotonda su “Coinvolgere gli uomini nel lavoro per l’uguaglianza di genere”, organizzata da K&I. L’evento era finalizzato a riflettere sui benefici, le opportunità, gli ostacoli e le strategie concernenti il coinvolgimento degli uomini nelle azioni volte all’uguaglianza di genere e, in particolare, nella progettazione e nella realizzazione di piani per l’uguaglianza di genere nelle organizzazioni che finanziano e realizzano attività di ricerca scientifica. I relatori (tutti ricercatori con una esperienza nella promozione dell’uguaglianza di genere nel mondo accademico) erano Maroun El Moujabber (Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari), Tauseef Nauman (Charité Universitatmedizine Berlin), Marcel Kraus (Agenzia tecnologica della Repubblica Ceca, Praga), Jean -Michel Monnot (All Inclusive!, Gaillon, Francia), Henri van Luenen (The Netherlands Cancer Institute, Amsterdam) e Franz Wong (Stanford University, California). Francisco Pais Rodrigues (formatore free-lance) ha coordinato la discussione. L’evento ha anche offerto l’opportunità di testare un nuovo formato – quello delle tavole rotonde online – che potrebbe essere particolarmente appropriato per trasferire la conoscenza in aree in cui manca ancora un consolidato insieme di pratiche a cui fare riferimento e in cui, pertanto, si rivela necessario esplorare nuovi approcci e tecniche. Più di 110 persone hanno partecipato alla tavola rotonda.
La tavola rotonda è disponibile sul canale YouTube del progetto.

Conclusione del primo ciclo di attività di formazione

A dicembre 2020 si è concluso il primo ciclo di attività di formazione previste nell’ambito di GE Academy. In particolare, nell’ambito della serie di workshop curata da K&I, si sono svolte – tra novembre e dicembre – tre iniziative, rispettivamente intitolate “Leadership sensibile al genere: cosa ci vuole?” (24 novembre; Ulteriori informazioni sono disponibili qui), “Capire e facilitare il cambiamento per l’uguaglianza di genere nella ricerca e nel mondo accademico” (14 dicembre; Ulteriori informazioni sono disponibili qui) e “Metodi partecipativi per supportare il cambiamento istituzionale per GE” (organizzato in due sessioni, tenutesi il 16 e il 18 dicembre; Per informazioni, cliccare qui). A causa della pandemia Covid-19, tutte le iniziative sono state organizzate online.

Quarto incontro dei partner del progetto

Il 14 e 15 ottobre 2020 si è tenuto il quarto incontro dei partner di GE Academy. L’evento è stato organizzato online a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia Covid-19. Durante l’incontro è stato analizzato lo stato di sviluppo di ogni WP, in vista della conclusione del primo ciclo delle attività di formazione, prevista per la fine del 2020, e dell’attivazione del secondo ciclo, che durerà fino alla fine del 2021.

Aggiornamento dell’Inventario delle risorse chiave

Nell’ottobre 2020 è stata prodotta da K&I e condivisa con i partner del progetto una nuova versione aggiornata dell’Inventario di risorse chiave per l’uguaglianza di genere nella scienza (deliverable D2.1). Rispetto alla versione prodotta nel settembre 2019, la versione aggiornata include una nuova sezione, dedicata all’intersezionalità (portando, in tal modo, a 14 le sezioni tematiche trattate) mentre le risorse prese in considerazione sono passate da 284 a 328.

Webinar sulla prospettiva intersezionale nella ricerca e nell’innovazione

Nell’ambito delle attività di formazione di GE Academy, si è svolto il 10 luglio 2020 il webinar “Applicare prospettive intersezionali nella ricerca e nell’innovazione – I casi del ciclismo urbano e della intelligenza artificiale”. Il webinar, curato da K&I, aveva lo scopo di approfondire il concetto di intersezionalità nella sua applicazione ai processi di ricerca e innovazione e di favorire una riflessione sull’importanza della prospettiva intersezionale in particolare nella fase della progettazione. L’iniziativa ha ruotato attorno ai contributi di Tiffany Lam, consulente della New Economics Foundation, e di Sarah Myers West, dell’AI Now Institute della New York University.
Il webinar è disponibile sul canale YouTube del progetto.

Terzo incontro dei partner del progetto a Budapest

Il terzo incontro dei partner della GE Academy si è svolto a Budapest il 9 e il 10 dicembre 2019, ospitato nella sede della Central European University. L’incontro è avvenuto in concomitanza con la conclusione delle sessioni di formazione pilota che si sono svolte negli ultimi mesi, e aveva l’obiettivo d fare il punto della situazione e discutere temi emergenti e punti critici, in vista del lancio del programma vero e proprio, previsto a partire da gennaio 2020. Si è quindi discusso della valutazione dei pilot, dell’identificazione e della selezione di formatori e partecipanti, dell’ampliamento della copertura geografica delle sessioni e di questioni logistiche e di coordinamento tra i partner. Quattro gruppi di lavoro hanno approfondito temi e struttura dei prossimi eventi dedicandosi, rispettivamente, a sessioni formative, workshop interattivi, webinar, DOCC e summer school considerate insieme.
L’offerta formativa della Gender Equality Academy
Le notizie relative al progetto

Il secondo Workshop di GE Academy si è tenuto con successo a Barcellona

Dopo il primo workshop a Dublino, la GE Academy ha completato un’altra sessione di formazione dal vivo, questa volta a Barcellona. Il workshop è durato due giorni, dal 18 al 19 novembre, ed è stato ospitato dal Centre for Genomic Regulation. Intitolato “Dealing with resistances”, il workshop si è focalizzato sull’identificazione, l’analisi e la gestione di diversi tipi di resistenze nei confronti dei piani di uguaglianza di genere in ambito accademico.
Il workshop è stato facilitato da Lucy Ferguson, esperta formatrice con una profonda esperienza di ricerca sui temi dell’uguaglianza di genere. L’approccio del workshop è stato fortemente incentrato sui partecipanti e ha cercato di rafforzare la loro capacità di esplorare le proprie reazioni di fronte alle resistenze nei confronti dei piani di uguaglianza di genere e di assisterli nel mettere a punto strategie di risposta equilibrate e strategiche rispetto al contesto istituzionale.
L’agenda e la presentazione dei contenuti del workshop

Primo workshop organizzato a Dublino

Martedì 5 novembre, la GE Academy ha tenuto la sua prima sessione di formazione dal vivo. Il workshop, intitolato “Gender Action Plans: getting them right and making them happen”, è stato organizzato in collaborazione con il Trinity Centre for Gender Equality and Leadership del Trinity College di Dublino. L’obiettivo della sessione era quello di fornire ai partecipanti l’opportunità di discutere approcci efficaci per gestire le sfide legate alla progettazione e all’implementazione di piani d’azione di genere. Il facilitatore dell’evento è stato Maxime Forest, esperto di formazione e di uguaglianza di genere con molta esperienza.
Utilizzando approcci interattivi, il facilitatore ha guidato i partecipanti attraverso attività collaborative finalizzate a favorire l’acquisizione degli strumenti necessari per sviluppare piani d’azione di genere strategicamente rilevanti e appropriati al loro ambiente accademico. Il primo workshop della GE Academy si è quindi fortemente connotata come un’esperienza di peer-learning tra i partecipanti.
L’agenda e la presentazione dei contenuti del workshop

Un inventario di risorse chiave per l’uguaglianza di genere nella scienza

Per sostenere la progettazione delle sessioni formative della GE Academy, i ricercatori di K&I hanno creato un inventario delle risorse chiave per la parità di genere nella scienza. L’inventario comprende 284 risorse recenti (il 77% prodotto nel 2014 o successivamente), di cui 270 pubblicazioni e 14 risorse dinamiche (video, moduli di formazione online, ecc.). L’inventario è organizzato secondo le aree tematiche di interesse della GE Academy, ovvero:
1. Genere, carriera e processo decisionale
2. Genere e diversità nella ricerca
3. La dimensione di genere nei contenuti della ricerca
4. Genere nei programmi di studio e nell’insegnamento
5. Cambiamento istituzionale, analisi di genere e valutazione
6. Gender bias nel reclutamento, nella selezione e nella promozione
7. Cultura organizzativa e conciliazione tra lavoro e vita privata
8. Definizione di indicatori, monitoraggio e valutazione
9. Molestie sessuali e violenza di genere
10. Advocacy e gestione delle resistenze
11. Comunicazione sensibile al genere
12. Rendere sostenibile il cambiamento
13. Altri temi di interesse.
Per ogni settore è stato identificato un numero variabile di argomenti. Complessivamente, nell’inventario sono considerati 99 argomenti, ciascuno dei quali comprende un certo numero di risorse. Dopo la revisione da parte della Commissione Europea, l’inventario sarà reso pubblico come strumento utile per sostenere la disseminazione e l’implementazione di attività di formazione o di altro tipo nel campo dell’uguaglianza di genere nella scienza.

Completato il libretto degli standard di qualità della GE Academy

Nell’ambito del Work Package 3 della GE Academy, il team di K&I ha guidato la realizzazione di un’analisi dei criteri di qualità esistenti per la formazione di genere, intesa a sostenere la messa a punto di un sistema di standard da applicare nell’ambito dell’attività formative del progetto. Gli standard identificati sono stati selezionati, classificati e presentati a otto esperti internazionali. Sulla base dei loro commenti, è stato redatto il libretto degli standard di qualità della GE Academy (agosto 2019), che include:
− L’elenco e la descrizione sintetica dei 9 principi femministi che hanno guidato l’identificazione e la selezione degli standard
− Un elenco di 40 standard per la formazione di genere, classificati per fase e formato
− Un elenco di 19 criteri che delineano un profilo ideale di gender trainer
− Le fonti che sono state utilizzate.
Alla fine del progetto, gli standard saranno rivisti in base all’esperienza e pubblicati come contributo per future attività di formazione di genere.

Secondo incontro della Gender Equality Academy a Parigi

I partner del progetto si sono incontrati per la seconda volta a Parigi dal 24 al 26 giugno 2019, ospitati nella sede del CNRS. L’incontro ha coinciso con la conclusione della gran parte delle attività preliminari previste nel progetto, orientate a fare il punto su esperienze, strumenti e risorse disponibili. Sono quindi stati presentati i risultati delle ricognizioni sullo stato dell’arte della formazione per l’uguaglianza di genere nelle istituzioni scientifiche e sulle tecnologie formative più innovative e pertinenti rispetto ai temi del progetto. Sono anche stati presentati gli stati di avanzamento di due prodotti funzionali a sostenere la progettazione delle attività formative offerte nell’ambito della GE Academy: la rassegna di standard per la qualità del gender training, e un indice ragionato navigabile, organizzato per temi, delle risorse chiave sull’uguaglianza di genere nella scienza. Infine, sono stati presentati e discussi i risultati della survey finalizzata all’analisi dei fabbisogni formativi tra i potenziali beneficiari.
Il sito web del progetto

Riunione ad Anversa per discutere e coordinare le prime attività del progetto

Il 26 febbraio 2019, dopo aver partecipato alla prima International Synergy Conference del progetto ACT a Bruxelles (24 e 25 febbraio), alcuni dei partner coinvolti nei work packages 1 e 3 della Gender Equality Academy si sono incontrati ad Anversa, presso la sede di Yellow Window, per discutere le prime attività svolte e i loro risultati preliminari. Alla riunione hanno partecipato Lut Mergaert (Yellow Window, coordinatrice scientifica del progetto), Maxime Forest (Yellow Window), Isabelle Daussun (CNRS) e Marina Cacace (Conoscenza e Innovazione). Per il WP3 (Standard di qualità per la formazione di genere), Marina Cacace ha presentato lo status della situazione per quanto riguarda la rassegna dei sistemi di standard esistenti, la loro raccolta, classificazione, e selezione (criteri e procedure). Nel corso della riunione, sono state prese decisioni circa il lavoro comune da svolgere e le prossime scadenze.

Kick off meeting della Gender Equality Academy ad Atene

Il 15 e il 16 gennaio 2019 si è tenuta ad Atene la prima riunione del progetto Gender Equality Academy. L’agenda della riunione è stata definita tenendo presente la necessità di mettere a punto meccanismi di cooperazione e di scambio tra i partner sulle numerose e interconnesse attività del progetto. Dopo una presentazione dell’officer, Christopher Niehaus, che si è focalizzata tra l’altro sul funzionamento della nuova Single Electronic Data Interchange Area (SEDIA), tutti i work packages sono stati passati in rassegna, cominciando da quelli le cui attività sono già cominciate. Ogni presentazione è stata finalizzata a fornire informazioni di base sul WP e i suoi obiettivi, e a metterne in evidenza le questioni aperte e i profili di collaborazione. Jörg Müller, membro dell’Advisory Board, ha poi presentato buone pratiche e risultati dei progetti GENPORT e ACT. Le possibili sinergie con la Gender Equality Academy sono quindi state discusse.