Certification-Award Systems to Promote gender Equality in Research (CASPER)

Progetto finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma Horizon 2020 Ricerca e Innovazione
Grant Agreement: 872113
Durata: 24 mesi
Data di avvio: 1/01/2020
Il sito ufficiale del progetto
Il progetto CASPER ha l’obiettivo di valutare la possibilità di istituire un sistema europeo di riconoscimento o certificazione dell’uguaglianza di genere nelle organizzazioni di ricerca. Sulla base di una valutazione approfondita degli schemi esistenti, il progetto si propone di elaborare e convalidare quattro scenari, tra cui uno scenario “no action”, attraverso un processo di co-creazione con attori nazionali e internazionali. Ogni scenario sarà testato ex ante attraverso una metodologia “walk-through”, al fine di comprenderne i punti di forza/debolezza, i costi/benefici, gli altri impatti positivi/negativi o la loro rilevanza contestuale, e sarà successivamente convalidato con gli attori coinvolti.
Il progetto si concentrerà principalmente sulle disuguaglianze di genere nella ricerca e nell’innovazione, e incorporerà una prospettiva intersezionale laddove possibile. La durata prevista è di due anni e verranno presi in considerazione non solo l’Unione Europea e i suoi Stati membri, ma anche altri paesi in cui già esistono sistemi di certificazione/premio per la parità di genere, come Norvegia, Islanda, Svizzera, Stati Uniti e Australia.
All’interno di CASPER, K&I – oltre a partecipare a tutti i work packages – è responsabile del processo di convalida degli scenari che verranno co-creati. Seguendo una metodologia di tipo “walk-through”, ogni fase degli scenari sarà analizzata in modo approfondito con gli attori interessati presso cinque istituti di ricerca europei. L’obiettivo è quello di cogliere nella pratica, grazie alle diverse prospettive di tutti gli attori coinvolti nei diversi siti, la complessità dell’implementazione dei diversi scenari, raccogliendo così informazioni di prima mano per redigere una serie di raccomandazioni riguardanti ognuno di essi.

Notizie

Distillare i prerequisiti di un efficace sistema di certificazione/premio per la parità di genere nella ricerca: workshop online

Per concludere la valutazione degli schemi di certificazione/premio esistenti per la parità di genere per le organizzazioni che svolgono attività di ricerca, oggetto del WP4, e per progredire nella progettazione di scenari per la creazione di un sistema europeo di certificazione/premio, che è lo scopo del WP5, il 21 e 22 ottobre 2020 si è svolto un workshop online tra i partner del consorzio CASPER. All’iniziativa hanno partecipato anche rappresentanti del Settore genere della CE DG RTD.
Questa attività faceva parte del task 4.3, dedicato alla distillazione dei prerequisiti chiave per un sistema di premi/certificazione efficace ed era imperniata sui risultati delle precedenti azioni di revisione e valutazione di schemi simili a livello europeo e mondiale. Le dimensioni analizzate riguardavano l’architettura e il processo di un sistema di certificazione, come, ad esempio, la sua connessione con la certificazione della qualità e la classificazione della ricerca, le procedure di valutazione e di supporto, la raccolta di fondi, la tempistica e la modularità di attuazione.
Durante il workshop sono stati individuati elementi importanti per lo sviluppo di scenari.
Il workshop è stato anche l’occasione per testare alcuni strumenti partecipativi ed esercizi da utilizzare successivamente nei workshop di co-creazione con gli attori interessati per sviluppare “scenari di sistema” pianificati nel gennaio e febbraio 2021.

Valutazione degli schemi di certificazione dell’uguaglianza di genere: contributo di K&I al lavoro sul campo

Nell’ambito della valutazione degli schemi di certificazione/premio dell’uguaglianza di genere in istituzioni di ricerca e non (WP4, task 4.2), coordinata dal team della Oxford Brookes University, tra maggio e luglio 2020, Marina Cacace e Giovanna Declich di K&I hanno realizzato 16 interviste qualitative a promotori e utenti degli schemi di certificazione/premio (Certification-Award Schemes – CAS) a livello europeo, nonché ad esperti di genere.
Gli intervistati provenienti da Italia, Francia, Svezia, Svizzera, Portogallo ed Estonia sono stati consultati in merito al CAS in cui sono stati coinvolti e ai loro suggerimenti per un possibile futuro schema di certificazione europeo per l’uguaglianza di genere.
Un rapporto sintetico basato sulle risultanze raccolte è stato redatto per la realizzazione del Deliverable D4.2 “L’architettura di un potenziale schema europeo sulla parità tra i sessi: dibattiti e considerazioni chiave”.

Kick-off meeting del progetto CASPER a Strasburgo

Il 9 e il 10 gennaio 2020, a Strasburgo, si è tenuta la prima riunione dei partner del progetto CASPER, nella sede del coordinatore (European Science Foundation), a Strasburgo. In questa occasione, le diverse organizzazioni e i team si sono presentati, e l’approccio generale del progetto è stato illustrato dal team della Oxford Brookes University, prima di passare in rassegna e discutere tutti i work packages.
La presenza, per l’intera durata dei lavori, di Anne Pépin (Senior Policy Officer della Commissione Europea, unità SwafS/Science with and for Society, DG Ricerca e Innovazione), ha garantito l’inquadramento del progetto nel contesto più generale delle politiche della Commissione per il genere nella scienza nel prossimo programma-quadro (Horizon Europe) 2021-2027. Katherine Quezada, Project Officer REA per CASPER, ha invece partecipato ai lavori tramite collegamento da Bruxelles, e ha presentato le procedure di gestione e reporting del progetto.
Considerata l’intensità del lavoro del progetto in tutte le sue fasi, anche a causa della sua breve durata (2 anni), l’agenda è stata messa a punto con l’obiettivo di garantire abbastanza tempo alla discussione e all’identificazione delle migliori soluzioni per la cooperazione tra tutti i partner nei diversi work packages. In questo quadro, è stato anche deciso un calendario comune di tutte le riunioni in presenza e a distanza e di tutte le principali scadenze per il lavoro comune nel primo anno.