Warning: A non-numeric value encountered in /home/knowle66/public_html/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5806

Social innovation Modelling Approaches to Realizing Transition to Energy Efficiency and Sustainability (SMARTEES)

Progetto finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma Horizon 2020 Ricerca e Innovazione
Grant Agreement: 763912
Durata: 36 mesi
Data di avvio: 1/05/2018
Il sito ufficiale del progetto

SMARTEES è un progetto coordinato dal NTNU-Norvegian University of Science and Technology e realizzato da un consorzio di 11 partner appartenenti a 10 paesi.

L’obiettivo del progetto è quello di migliorare la capacità da parte dei cittadini di accettare la “Energy Union” e di recepire gli incentivi socioeconomici (in una prospettiva di accresciuta ownership e di propensione verso il “prosumerism”); nonché l’efficacia del policymaking e la sua capacità di essere inclusivo, sulla base di strumenti metodologici pertinenti (sia empiricamente, sia teoricamente) per valutare e adattare le strategie delle politiche energetiche.

SMARTEES risponde a questa esigenza, in una prospettiva multidisciplinare, attraverso l’integrazione di teorie e metodologie inerenti l’innovazione sociale con simulazioni socio-economiche “agent-based” in un quadro globale e flessibile, basato su un’analisi empirica di clusters di casi concreti di transizione energetica al livello trans-europeo, in 5 ambiti: “piani di mobilità olistica, condivisa e persistente”; “’renaissance’ basata sulla produzione di energia rinnovabile”; “efficienza energetica nella rigenerazione dei distretti”; “mobilità urbana fondata sui ‘super-blocks’”; e “lotta alla povertà energetica attraverso l’efficienza energetica”.

Ciascun cluster è composto da un caso di successo e da alcuni casi di “followers”, consentendo così a SMARTEES di studiare la sua replicabilità del caso di successo in diversi contesti europei. Conoscenza e Innovazione contribuisce alla realizzazione dell’intero progetto ed è leader del WP3 “Clusters of case studies of social innovation” finalizzato a: comprendere come l’innovazione sociale funziona “in pratica” in ciascuno dei 5 clusters e in generale, fornendo informazioni sulle fasi di implementazione, gli ostacoli affrontati, i fattori di facilitazione, gli snodi, ecc.; e ad assicurare il coinvolgimento costante dei principali agenti di innovazione di ogni caso per facilitare un processo di co-costruzione dei risultati del progetto.

Notizie

Meeting del progetto SMARTEES a Groningen

Un meeting dei partners di SMARTEES si è svolto a Groningen il 25 e 26 febbraio 2019. Il meeting è stato ospitato e principalmente organizzato da RUG (University College of Groningen) con la supervisione di Christian Klockner, coordinatore del progetto SMARTEES. Il meeting è stato dedicato a un dialogo teorico e metodologico tra i partners orientato a una migliore finalizzazione delle attività previste dal progetto e dei relativi outputs. Una fra le sessioni, introdotta da un lavoro preparatorio dell’Energy Institute at Johannes Kepler University e di K&I, ha riguardato la nozione di “innovazione sociale”. Giovanni Caiati e Gabriele Quinti hanno partecipato in rappresentanza di K&I.

Meeting sul caso “Zurigo” di SMARTEES

Lo scorso 5 febbraio si è svolto a Zurigo un incontro sul “caso Zurigo” (analogo a quello precedentemente svolto a Groningen a novembre scorso) nel quadro del progetto SMARTEES. Lorenzo Cavallasca, Cynthia Müller, Ruth Furrer e Barbara Burger (municipalità di Zurigo); Wander Jager e Patrycja Antosz (University College of Groningen/RUG); e Gabriele Quinti (K&I) hanno partecipato all’incontro, complessivamente dedicato alla presentazione del progetto SMARTEES e alla co-progettazione delle attività da realizzare a Zurigo nel quadro del progetto. La discussione si è focalizzata, in particolare, sulla strategia per la mobilità adottata a Zurigo (che si sta realizzando dalla metà degli anni ’70) e su alcuni specifici sotto-progetti o attività quali la chiusura aI traffico di una strada del centro storico di Zurigo (Limmatquai) o la regolamentazione dei parcheggi per le auto private. Il meeting ha permesso, tra l’altro, di stabilire una cooperazione operativa tra la municipalità di Zurigo e RUG sui dati da utilizzare per lo sviluppo di un modello di simulazione. La strategia per la mobilità adottata a Zurigo è inserito in uno dei cinque cluster di innovazione sociale considerati da SMARTEES, vale a dire quello del “Piano di mobilità olistica, condivisa e persistente”.

Meeting sul caso “Groningen” di SMARTEES

Lo scorso 7 novembre si è svolto a Groningen un incontro sul “caso Groningen” di SMARTEES. Terry Albronda e Age Stinissen (Gemeente – municipalità di – Groningen); Wander Jager e Patrycja Antosz (University College of Groningen); e Gabriele Quinti (K&I) hanno partecipato a quell’incontro dedicato alla presentazione del progetto SMARTEES e una co-progettazione delle attività da realizzare a Groningen. Il “caso Groningen” fa parte del cluster SMARTEES “Piano di mobilità olistica, condivisa e persistente” e si basa sull’innovazione sociale connessa alla politica del traffico a Groningen, sin dal momento della concezione e del lancio del Piano di circolazione negli anni ’70 . Oggi Groningen è una “città in bicicletta”: il numero medio di biciclette per famiglia è 3,1 (“Groningen ha inventato un modello di ciclismo per le città di tutto il mondo”).

Visita dei Followers Cases a Zurigo

Lo scorso 25 Ottobre (2018) Giovanni Caiati, componente del team di ricerca di K&I nel progetto SMARTEES, ha partecipato alla visita dei “followers cases” a Zurigo. L’obiettivo della visita è stato quello di presentare alle quattro città followers l’esperienza di Innovazione Sociale sviluppata nella città di Zurigo attraverso il “Piano di mobilità olistico, partecipato e persistente”. La visita è stata organizzata da ICLEI, in qualità di responsabile delle attività di comunicazione e networking del progetto. Alla visita hanno partecipato i rappresentanti delle città di Trondheim (Norvegia), Izmir (Turchia), Burgas (Bulgaria) e Budapest (Ungheria), tutte città followers del progetto e interessate ad adottare iniziative di innovazione sociale simili a quella realizzata a Zurigo. Durante la visita si sono svolte due riunioni dedicate rispettivamente alla presentazione dell’iniziativa di Zurigo e a una discussione sui suoi possibili sviluppi nelle città followers. Oltre a ciò, ha avuto luogo una visita su strada di alcuni siti specifici che ha permesso di vedere come il piano della mobilità cittadino sia in grado di combinare gli aspetti sociali e tecnici dell’innovazione.

K&I sta contribuendo a tutte queste azioni, ricoprendo, tra l’altro, il ruolo di supervisore delle attività a Zurigo e lavorando alla “ricerca qualitativa”, che è una delle attività del Work Package di cui K&I è responsabile. K&I inoltre, ha curato la predisposizione dei Work Plans per ognuno dei 10 “supporting” and “reference cases” e ha messo a punto, sulla base dell’analisi documentaria, una primissima bozza dei profili dell’innovazione sociale in queste 10 località. K&I ha, infine, contribuito alla determinazione del quadro teorico del progetto, oltre a collaborare all’avvio di quasi tutte le altre attività del progetto.

Incontro per organizzare la ricerca sul campo a Zurigo

Il 24 ottobre 2018 a Zurigo Giovanni Caiati (K&I) ha incontrato Lorenzo Cavallasca, responsabile del progetto SMARTEES per la città di Zurigo. Il meeting ha avuto la finalità di organizzare le attività di ricerca sul campo a Zurigo, fornire un aggiornamento sul progetto SMARTEES, raccogliere ulteriori informazioni sullo studio di caso cittadino e identificare informatori chiave da poter intervistare per la ricerca qualitativa. Infine è stato discusso un possibile calendario degli incontri futuri. L’incontro si è tenuto a Zurigo presso le sedi del governo cittadino.

SMARTEES a sei mesi dall’inizio delle proprie attività

Proseguono le attività di SMARTEES a sei mesi dall’avvio del progetto. Nel mese di ottobre si sono svolte le visite di studio in due delle città cosiddette “followers”: Vitoria Gasteiz in Spagna e Zurigo in Svizzera. A tale proposito, vale la pena di ricordare che all’interno del progetto le città “followers” sono quelle che si propongono di avviare pratiche di innovazioni sociale funzionali alla transizione energetica, ispirandosi alle esperienze maturate nei 10 “supporting” and “reference cases”, presi in considerazione dal progetto. Tali pratiche di innovazione sociale concernono la mobilità urbana, il raggiungimento dell’indipendenza energetica e la rigenerazione di aree urbane marginali sulla base dello sfruttamento delle energie rinnovabili. Inoltre si sta ultimando la messa a punto dei protocolli di indagine funzionali allo svolgimento, in queste 10 località, della prima fase del field work (la ricerca “qualitativa”).

K&I sta contribuendo a tutte queste azioni, ricoprendo, tra l’altro, il ruolo di supervisore delle attività a Zurigo e lavorando alla “ricerca qualitativa”, che è una delle attività del Work Package di cui K&I è responsabile. K&I inoltre, ha curato la predisposizione dei Work Plans per ognuno dei 10 “supporting” and “reference cases” e ha messo a punto, sulla base dell’analisi documentaria, una primissima bozza dei profili dell’innovazione sociale in queste 10 località. K&I ha, infine, contribuito alla determinazione del quadro teorico del progetto, oltre a collaborare all’avvio di quasi tutte le altre attività del progetto.

12° Conferenza internazionale su società e materiali

Andrea Declich, uno dei membri del team di K&I coinvolto nel progetto SMARTEES ha partecipato, il 22 e il 23 maggio scorsi, alla 12th conferenza internazionale su Società e Materiali (SAM 12) che si è tenuta a Metz, in Francia (http://www.sovamat.org/). Andrea Declich ha presieduto la seconda sessione della conferenza dedicata al tema “social sciences and materials” e ha presentato un paper intitolato “Social cycle of Materials and Collective Actors: Some Ideas for Analysis”. La questione dei materiali è importante anche per il tema della Transizione Energetica, che è al centro del progetto SMARTEES. Il paper si è focalizzato, in particolare, sul tema degli attori colletivi a sulle modalità con cui essi possono promuovere l’innovazione sociale, non solamente in generale ma anche nel contesto delle politiche energetiche e della transizione energetica.

Kick-Off meeting di SMARTEES a Bruxelles

Il Kick-Off Meeting di SMARTEES (KoM) si è tenuto a Bruxelles il 23 e 24 maggio scorsi. L’incontro, presieduto dal coordinatore di SMARTEES Christian Klockner, è stato prevalemente dedicato all’assemblea generale del progetto, con la partecipazione di tutti i partner di SMARTEES e dei rappresentanti dei “casi” coinvolti. Nella parte conclusiva del KoM si è tenuto il primo Steering Group, con la partecipazione dei leader del Work Packages (WPs).
L’obiettivo principale dell’incontro è stato quello di determinare una comprensione comune del piano di lavoro generale del progetto e, più specificamente, delle tasks del primo anno e delle interdipendenze tra i WPs; così come dei “casi” considerati dal progetto (Aberdeen, Zurigo, Groningen, Samsø, Stoccolma, Malmø, Timisoara, Barcellona, Vitoria Gasteiz, El Hierro).
Durante il KoM, Fabio Feudo ha presentato “Knowledge and Innovation” e Giovanni Caiati ha tenuto una presentazione del WP3 (guidato da K&I) su “Clusters of Case Studies of social innovation”.

Conoscenza e Innovazione Srls

Via Guido Reni, 56, sc. B int. 18 - 00196 Roma
CF e P.IVA 13938821009
Numero Rea: RM 1484198
email: kisrls@knowledge-innovation.org